Lunedi 24 Settembre 2018 - Scopri le ultime notizie »
 
20
DIC
2012

Divorzi duri




Marco Ferraglioni intervistato a “Così è la Vita” da Lorella Cuccarini, nella puntata del 9 dicembre scorso, in merito alle separazioni conflittuali che vede sempre più spesso i figli minori coinvolti. Tra l’altro lo stesso Ferraglioni ha vissuto in prima persona la vicenda di una separazione molto travagliata, attenzionata dalle rete ammiraglia RAI in una delle trasmissioni più seguite dai telespettatori.
Dichiara Marco Ferraglioni che la storia personale che lo ha visto coinvolto lo ha spinto a laurearsi in giurisprudenza e a scrivere un disegno di legge che ponga fine a queste vicende molto gravi che vedono coinvolti circa 10 mila bambini l’anno solo in Italia. Tra le proposte inserite nel disegno di legge da Ferraglioni auspica l’istituzione della figura dell’avvocato dei minori, l’unica figura non rappresentata in sede dibattimentale, inoltre la cancellazione dalla normativa italiana della “separazione con addebito” la quale a giudizio di Ferraglioni, motivo dell’innalzamento della conflittualità tra gli ex, professionalizzazione dei Servizi Sociali che purtroppo dopo gli ultimi episodi di cronaca si sono resi come sostengono esperti psicoterapeuti di fama internazionale, spesso inadeguati al compito assegnato, tra le novità in studio la domiciliazione del minore esclusivamente nell’abitazione coniugale con l’avvicendamento dei genitori alternatamente alla cura dei propri figli come avviene in molti paesi del mondo. Per quanto concerne i genitori che ostacolano il rapporto con uno dei due si stanno studiando pene gravi da inserire nel Codice di Procedura Penale, importantissimo a giudizio di Ferraglioni la stesura del trattato firmato tra il Garante della Tutela dei minori e adolescenti e il Ministro dell’Interno Cancellieri e del Capo della Polizia Manganelli del 10 dicembre 2012 con il quale si intende professionalizzare con specifici corsi di formazione le forze dell’ordine nel trattare minori, dopo lo scandaloso fatto di Padova noto alle cronache.
Ufficio stampa
Marco Ferraglioni