Lunedi 10 Dicembre 2018 - Scopri le ultime notizie »
 
09
LUG
2013

Nella notte buia danzano

L’opera rimarrà esposta per un anno sulla facciata della scuola Marconi




L’opera rappresenta un esperimento d’arte collettivo realizzato su bozzetto dell’artista apriliano Woody
“Nella notte buia danzano”. È questo il titolo dell’opera collettiva, progettata dall’artista Riccardo Ridolfi, in arte Woody e realizzata grazie al supporto di studenti, volontari e appassionati, che il 6 luglio scorso è stata istallata sulla facciata esterna della scuola Marconi, dove resterà esposta per un anno. Durante l’evento inaugurale, è stata aperta al pubblico anche l’omonima mostra dell’artista Woody, ospitata presso la Sala Manzù della Biblioteca Comunale di Aprilia. L’opera, inserita nell’ambito del progetto “Datti Spazio. Azioni per un museo collettivo”, rispondente alla volontà di reperire luoghi cittadini da destinare all’arte intesa come bene collettivo, è stata assemblata utilizzando quasi interamente materiali di recupero. Si tratta del primo esperimento in tal senso, documentato anche dal video girato da Alfonso Avvisati durante la creazione dell’opera, dalle foto di Christian Sana e Francesca Cervasi. Si tratta del primo esperimento di arte collettiva, che nella fase realizzativa ha riscontrato grande partecipazione e adesioni e ha fatto parlare di se ancor prima di essere apposta. Molto si è discusso circa l’opportuna collocazione dell’opera, ritenuta inadatta, per dimensioni e fattura troppo contemporanea, ad essere apposta all’esterno dell’edificio storico, sede della Biblioteca Manzù e della scuola elementare. Un problema risolto, tenendo conto della durata temporanea dell’esposizione. Presente all’inaugurazione il sindaco di Aprilia, Antonio Terra, il consigliere regionale Rosa Giancola e Francesca Mancini, referente dell’Assessorato alla cultura della Regione Lazio.
Francesca Cavallin