Giovedi 21 Marzo 2019 - Scopri le ultime notizie »
 
21
SET
2006

Festival Moisycos

Grande successo per la quarta edizione della rassegna musicale




Nelle foto da destra a sinistra: Moisycos Guitar Duo (Ermanno Bottiglieri e Giorgio Mirto), Riyoko Murai e Yumi Tanaka e Gilbert Imperial


Non sono tante le occasioni offerte al pubblico apriliano di ascoltare l’affascinante repertorio della chitarra classica, strumento dalle sonorità intime e dalle molteplici possibilità timbriche che hanno affascinato anche grandi compositori quali Boccherini e Berlioz che arrivò a definirla una “piccola orchestra”. Quando poi a suonarla sono artisti di pregio del panorama chitarristico internazionale, il pubblico presente in sala non può che rimanere ammaliato dalle profonde e delicate interpretazioni, i virtuosismi e la sapiente scelta del repertorio. Ciò è quanto si è verificato ogni sera al teatro Gulliver di Aprilia dall’8 al 14 settembre, dove si è svolto il IV Festival Moisycos, organizzato dall’Istituto Interculturale Moisycos, e che ha visto avvicendarsi musicisti provenienti dalla terra del Sol Levante e musicisti europei. La scelta del direttore artistico Ermanno Bottiglieri, fondata sull’idea di proporre artisti provenienti anche da culture lontane dalla nostra, si è rivelata vincente. Grandi apprezzamenti per le flautiste giapponesi Kumiko Hibino e Riyoko Murai, la soprano Yumi Tanaka ed il chitarrista italiano Marco Martelli che al concerto di apertura hanno eseguito musiche di Puccini, Paisiello, Piazzola, Pujol e Villa-Lobos.
Incanto e magia hanno distinto il concerto di Gilbert Imperial che ha spaziato dal seicentesco Dowland al contemporaneo Britten, passando per i canonici compositori chitarristici dell’800 e ‘900 quali Sor, Tarrega e Turina.
Il Festival Moisycos prevede al suo interno un Concorso Internazionale di Chitarra che quest’anno ha visto vincitrice Angelica Loriga, giovane chitarrista sassarese che ha tenuto il primo tra i concerti messi in palio, la sera del 10 settembre, ottenendo unanimi consensi da parte del pubblico.
L’11 ed il 12 settembre sono stati protagonisti il chitarrista della Repubblica Ceca Leon Koudelak ed il giapponese Mitsuo Yoshimoto; il primo ha privilegiato il virtuosismo, l’impatto sonoro ed un programma rivolto a compositori emergenti, mentre il secondo si è distinto per varietà timbrica ed un programma tipicamente segoviano. Stupore alla vista delle due chitarre a dieci corde con le quali il Moisycos Guitar Duo (unico duo al mondo formato da decacordisti) ha tenuto il concerto del 13 settembre.
L’uso di questi strumenti ha permesso al duo di eseguire oltre che composizioni per chitarra anche trascrizioni di immortali pagine musicali quali la Sinfonia K16 di Mozart e l’Ouverture dalla “Gazza ladra” di Rossini, trascinando il pubblico in un crescendo di emozioni sfociate in lunghi, ripetuti e fragorosi applausi. L’ultimo concerto è stato dedicato agli allievi della masterclass di chitarra che hanno suonato i brani perfezionati durante le lezioni. A far da corona alla manifestazione il grande consenso e calore del pubblico apriliano che numeroso ha partecipato ai concerti. Visti gli apprezzamenti ed il successo riscosso dal Festival, l’Istituto Interculturale Moisycos rinnova l’appuntamento con la chitarra ed i suoi grandi interpreti per la prossima stagione concertistica del 2007.
D.B.