Mercoledi 17 Gennaio 2018 - Scopri le ultime notizie »
 
06
MAR
2015

Nettuno in breve

Il proscioglimento del Sindaco e il parcheggio




Dopo il proscioglimento da ogni accusa di falso in bilancio, il sindaco Alessio Chiavetta ha fatto sapere: “Così si è finalmente conclusa la vicenda che ha visto coinvolto il sottoscritto in un procedimento giudiziario relativo ad ipotesi di falso in bilancio, insieme a tre revisori dei conti ed al dirigente dell’area Economico Finanziaria in quanto, il GUP di Velletri ha pronunciato sentenza di non luogo a procedere con formula piena perché il fatto non sussiste nei confronti di tutti gli imputati. Ciò significa che, non solo non è stata accolta la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla pubblica accusa, ma che non avrà luogo alcun processo penale poiché non sussistono elementi di colpevolezza. La sentenza, ha proseguito il primo cittadino, costituisce l’ennesima conferma della bontà dell’operato di questa Amministrazione così come dimostrato e verificato dalla sezione di controllo della Corte dei Conti. Fin dall’inizio, l’Amministrazione ha dimostrato l’infondatezza delle accuse rivoltegli dal magistrato inquirente ed alle quali, già nel luglio 2013, i giudici del Tribunale del Riesame, avevano espresso il loro convincimento negando, per la seconda volta, la richiesta di applicazione della misura cautelare chiesta invece dal Pubblico Ministero. Alla luce di tutto ciò, appare ancor più singolare il comunicato di SEL del dicembre scorso nel quale si affermava che non solo vi sarebbe stato il rinvio a giudizio ma che addirittura a giugno 2015 sarebbe iniziato il processo”.
“Dopo circa due anni, ha detto invece il presidente del consiglio comunale Gianluca Franco, si conclude una vicenda amara e dolorosa che ha visto l’Amministrazione coinvolta  in un processo nel quale veniva ipotizzato il falso in bilancio. Avendo sempre avuto massima fiducia nella Magistratura, abbiamo lavorato seguendo gli orientamenti della Corte di Conti per cui, ora, non possiamo che essere soddisfatti di questo riconoscimento giudiziario. Adesso, ha concluso Franco, ci impegneremo perché vengano portati a compimento tutti i punti del programma elettorale auspicando che, la collaborazione intrapresa con l’opposizione, possa proseguire attraverso un confronto serio e costruttivo con il fine di lavorare per il bene dei nettunesi e della città”.
La questione “parcheggio interrato”, da una mancanza di inizio lavori, ora si è trasformata anche in una di mancanza di informazioni. Dopo l’ultimo consiglio comunale infatti, per discutere sul da farsi, presieduto dal sindaco, si sarebbe dovuto riunire un apposito tavolo tecnico del quale, tuttavia, non solo non si conoscono ancora le decisioni prese ma, addirittura, non si sa neanche quando abbia avuto effettivamente luogo.
“L’unica cosa di cui siamo certi, ha fatto sapere in una sua nota il consigliere di opposizione Carlo Eufemi, è che la toppa adesso rischi di essere peggio del buco ed è per questo che allora sarebbe meglio riportare al più presto lo stato del piazzale così come era prima”.
Tito Peccia