Lunedi 10 Dicembre 2018 - Scopri le ultime notizie »
 
06
MAR
2015

La sesta edizione della Corrisperlonga

Ottocento atleti hanno partecipato alla gara di dieci chilometri che si è snodata su un percorso difficile ripetuto due volte




La sesta edizione della Corrisperlonga conferma che la gara podistica è divenuta ormai un must tra gli atleti del centro Italia. Nonostante le condizioni meteorologiche non lasciassero presagire nulla di buono, il cielo ha voluto premiare gli 800 iscritti, che hanno avuto modo di correre senza una goccia di pioggia sul circuito disegnato da Paolo Lancerin, direttore tecnico della Sperlonga Eventi, associazione ideatrice ed organizzatrice della manifestazione sportiva. Il percorso, da ripetere due volte per un totale di 10 chilometri, attraversava la città, con le sue viuzze e un rilevante dislivello morfologico. Gli aspetti tecnici si coniugano con bellezza dello scenario naturale offerto da Sperlonga. Sul gradino più alto del podio maschile si è issato Carmine Buccilli, recente vincitore della Maratona di San Valentino a Terni. Il portacolori dell’Asd Corrialvito ha fatto fermare i cronometri dopo 31 minuti e 38 secondi. Piazza d’onore per Giorgio Calcaterra: il tre volte campione del Mondo della 100 chilometri, che corre con le insegne della sua Calcaterra Sport, ha terminato la prova con il tempo di 33’25”. In terza posizione Rachid Erradi della Colleferro Atletica con il crono di 33’54”. L’alloro femminile è andato ad Anna Serra della Polisportiva Ciociara Antonio Fava, che ha concluso la sua fatica dopo 40 minuti e 16 secondi. Seconda classificata Valentina Trapani dell’Asd Roccagorga in 42’17”, mentre al terzo posto ha concluso Chiara Colatosti, compagna di squadra della vincitrice, col tempo di 42’25”. Il premio per la squadra con il maggior numero di atleti al traguardo è andato al Centro Fitness Montello: al secondo posto l’Atletica Sabaudia e al terzo posto la Fondi Runners 2010. Gli atleti sono stati premiati dall’assessore all’Ambiente del Comune di Sperlonga Joseph Maric. La CorriSperlonga è stata organizzata con il patrocino della presidenza del Consiglio Regionale del Lazio, dell’Assessorato all’Ambiente e dell’Assessorato allo Sport del Comune di Sperlonga, dell’Ente Parco regionale della Riviera di Ulisse e dalla Camera di Commercio di Latina. La sesta edizione della CorriSperlonga era anche valida quale prima Tappa Oro del venticinquennale del Grande Slam, il circuito provinciale organizzato dall’Uisp. Domenica primo marzo si correrà la RomaOstia 2015. Nell’immaginario di tutti si pensa alla grande folla dei podisti (13.542 gli iscritti), ma si pensa anche a chi correrà più forte di tutti e andrà a vincere la gara. La tradizione è sacra e la RomaOstia continua ad avere al via alcuni dei più forti interpreti mondiali della mezza maratona. Dando uno sguardo all’albo d’oro della manifestazione dal 2002 ad oggi, si sono avuti undici vincitori Keniani, uno Etiope e uno del Marocco. L’ultimo italiano a vincere la mezza maratona più amata d’Italia è stato Giuliano Battocletti, nel 2001 quando la gara si concludeva all’interno della Caserma Italia delle Fiamme Gialle. Al femminile, facendo un focus ancora dal 2001 ad oggi, le azzurre del mezzofondo italiano sono in netto vantaggio sulle avversarie straniere: Tiziana Alagia si è imposta nel 2001, nel 2002 e 2003; Gloria Marconi è salita ben due volte consecutive sul podio, nel 2005 è stata la volta di Rosaria Console e nel 2006 e 2007 Nadja Ejjafini (ai tempi ancora cittadina del Bahrein), come fece la Marconi, non si fece mancare un doppio successo consecutivo. Nel 2009 e nel 2011 è salita sul gradino più alto del podio Anna Incerti, che tra i due successi alla RomaOstia, ha vinto anche il titolo di Campionessa d’Europa in maratona a Barcellona 2010. Tra i nomi di queste splendide atlete si sono inserite quattro vittorie del Kenia, una del Marocco e una dell’Algeria. Chi vincerà la RomaOstia 2015? È la domanda che troverà risposta solo domenica primo marzo al termine della gara. Quel che sembra certo è che la RomaOstia 2015 difficilmente potrà sottrarsi all’egemonia africana. Nel prossimo numero del Litorale lo spazio dedicato ai risultati sarà interamente dedicato a questa importante mezzamaratona con un numero di runner di Anzio e Nettuno classificati, che se il trend degli ultimi anni sarà confermato supereranno le 100 unità. Ricordo che ho predisposto un sito internet http://runnerlitorale.webnode.it dove è possibile consultare le liste degli atleti che vengono presi in considerazione per stilare le classifiche presenti sul giornale. Nel sito non sono presenti gli atleti dell’Atletica Anzio, della Rehab&Sport Anzio e della Nova Athletica Nettuno per cui eseguo le ricerche a livello di squadra e non nominative. Anche chi partecipasse a gare fuori regione può inviare una mail a runnerlitorale@yahoo.it per vedere poi pubblicata la propria prestazione.
Maurizio Nocca